Il Kyoto Animation & Co. Incendio doloso. 33 vittime.

Ieri, per gli amanti di anime di tutto il mondo, è stato un brutto risveglio. Fondata nel 1981, la Kyoto Animation & Co., famoso studio di animazione giapponese, è stato dato alle fiamme da un uomo, che, colto in flagranza di reato, urlava, “Morite tutti!” L’uomo non è ritenuto essere un dipendente dello studio, ma l’astio nei confronti del colosso dell’animazione è sembrato incontenibile, anche di fronte alle autorità, che lo hanno preso.

Al centro, ciò che resta degli studi della Kyoto Animation Co., in Giappone.

A dire dell’uomo, l’azienda e le sue maestranze hanno commesso plagio impossessandosi in modo improprio della sua proprietà intellettuale contenuta in un romanzo mai pubblicato. Un’accusa pesante per la reputazione della KyoAni, se fosse confermata.

Il sospettato, poi reo confesso, Shinji Aoba, è un quarantunenne giapponese. Sembra che al mattino l’uomo abbia acquistato due taniche di benzina da 20 litri ciascuna e che abbia riversato il liquido infiammabile sia all’entrata dell’edificio che all’interno. La struttura è repentinamente diventata una trappola di fuoco e fumo. Le fiamme hanno raggiunto subito il terzo piano.

I dipendenti all’interno della azienda al momento dell’incendio, erano settantaquattro. Molti, nel panico generale, hanno cercato una via di fuga sul tetto dell’edificio, ma non ci sono mai arrivati. Infatti, i vigili del fuoco hanno rinvenuto la maggior parte dei corpi senza vita sulle rampe delle scale, che portano al tetto. Al momento, il bilancio delle vittime è di trentatré persone, ma il numero è destinato a salire, poiché altri trentasei dipendenti sono ricoverati in ospedali, alcuni di loro in gravi condizioni.

Fonte: BBC News

Annunci
 


Categories: Animazione, Home, News

Tags: , , , , , , ,

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: