Stan Lee. Rivelate le cause della morte di questo eroe immortale

I fan di Stan Lee non si sono ancora ripresi dalla sua morte avvenuta il 12 novembre scorso, che, oggi, devono fare i conti con il risultato dell’autopsia sul corpo del loro beniamino. Questa notizia, che seppur sia cronaca dovuta da riportare, in un certo senso, sminuisce la leggenda del creatore di tanti supereroi e lo riduce a vulnerabile essere umano costretto a cedere di fronte alla morte, quando da tutti è sempre stato considerato immortale. Attraverso i suoi eroi, certamente lo rimarrà, eppure sapere che Lee, l’uomo, è deceduto inesorabilmente prima ancora di arrivare al Cedars-Sinai Medical Center di Los Angeles, California, dove era stato trasportato in ambulanza in codice rosso, toglie i superpoteri al suo carisma d’artista. E’ un dato di fatto. Purtroppo.

Le cause della morte

Il certificato di morte dell’animatore Stan Lee. Photo Credit: TMZ

TMZ pubblica, oggi, il certificato di morte di Lee, in cui sono elencate le cause della sua morte. Il documento conferma che un’insufficienza cardiaca e respiratoria, assieme ad uno stato psicofisico aggravato da una forte polmonite, hanno accompagnato l’uomo sul limitare del suo mondo fantastico. Stan Lee ha, così, tagliato il traguardo ed “è andato avanti” senza nessuna paura, come solo gli eroi sanno fare.

Stan Lee, con il collega Roy Tomas, sceneggiatore di storie a fumetti, due giorni prima della morte del papà di Spider Man.

Il 16 dicembre, come da sue ultime volontà, la famiglia ha organizzato una funzione privata. Lee è stato crematoe le sue ceneri affidate alla figlia, Joan Celia Lee. Tuttavia, pur volendo porre fine ad una vita leggendaria ancora non si può.

La fine è di là da venire

Sembra, infatti, che la figlia stessa abbia rivelato di aver lavorato con il padre, negli ultimi tempi, allo sviluppo di un nuovo personaggio, che, si spera, possa, un giorno, essere protagonista di un film della Marvel.

Stan Lee. Photo Credit: sconosciuto.

In aggiunta, va detto, che se la malinconia dovesse assalire gli aficionados di mezzo mondo, Lee tornerà almeno nel prossimo capitolo cinematografico degli AvengersLee ha, infatti, girato con largo anticipo alcuni camei, spinto quasi dal desiderio di accompagnare il suo pubblico ad una graduale accettazione della sua scomparsa. Anche in questo caso, quindi, Lee si batte per il bene del prossimo. Tuttavia, questa volta, lo fa in prima persona, senza indossare maschere, brandire armi “giuste” o godere di superpoteri. Lo fa da uomo. Vero.

Annunci
 


Categories: Home

Tags: , , , , , ,

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: