Aardman Animations diventa proprietà dei dipendenti

Storica decisione da parte dei produttori di film d’animazione, Peter Lord e David Sproxton, proprietari della Aardman Animations. Per mantenere l’indipendenza degli studio, i due, amici sin dai tempi dell’università, hanno deciso di trasferire la proprietà  dell’azienda ai loro dipendenti.

Peter Lord e David Sproxton cofondatori della Aardman Animation.

La storia

Lord e Sproxton fondarono la casa di produzione nel 1972 fissandone la sede a Bristol. Il loro progetto era quello di creare film d’animazione per un pubblico adulto utilizzando due tecniche, la claymation e la stop motion.

La claymation consiste nell’uso di sostanze malleabili come la plastilina per creare sfondi e personaggi da filmare. Con la stop motion, ogni elemento della scena è ripreso fotogramma per fotogramma. Ad ogni stacco, si modificano leggermente le posizioni degli elementi in scena. Si tratta, quindi, di una modalità composita dalla natura artigianale e apparentemente rozza, che sfrutta, invece, la raffinata tridimensionalità della materia per raccontare situazioni, anche banali, ma di qualità artistica non comune. Conversation Pieces, ne è un esempio.

Nel 1982, Nick Park, futuro pluripremiato dall’Academy of Motion Picture Arts and Sciences ben quattro volte, entra a far parte della Aardman Animations. Park si aggiudica il primo Oscar nel 1989 con Creature Comforts cortometraggio in cui viene chiesto ad una serie di animali di uno zoo inglese di dare testimonianza delle loro condizioni di vita nel parco. Segue l’Oscar per The Wrong Trousers, mediometraggio basato sulla quotidianità del cane Gromitt e del suo padrone Wallace, due personaggi che diventano in breve i beniamini dello studio.

Nel 2000, è la volta del successo mondiale di Galline in Fuga (titolo originale: Chicken Run) diretto da Lord e Park, finanziato per $45,000,000 dalla Dreamworks, che incassa cinque volte tanto. Ma nel 2005, quando Park e Steve Box si aggiudicano la statuetta per il miglior film di animazione con Wallace & Gromit – La maledizione del coniglio mannaro (titolo originale: The Curse of the Were-Rabbit), in partnership con la Dreamworks, gli studio devono affrontare la perdita di innumerevoli modellini e scenari, pezzi unici, costruiti a mano dagli animatori nel tempo, in seguito ad un terribile incendio.

Nel 2015, dopo essere stata oggetto di innumerevoli corti, anche la pecora Shaun è protagonista del suo primo lungometraggio, Shaun, vita da pecora – Il film (titolo originale: Shaun the Sheep Movie), che consacra l’ovino. Il sequel, Shaun the Sheep Movie: Farmageddon, è previsto per il 2019, mentre è in produzione Galline in Fuga 2 (titolo originale: Chicken Run 2).

La storia della Aardman Animations è sempre stata in ascesa perché il suo approccio all’animazione è dettato dal desiderio di annullare il pregiudizio per cui l’animazione è un affare per bambini. In realtà, per contenuti, spesso questo non è. La Aardman Animations esplora l’animazione in senso lato dimostrando che questa non è solo prodotto di carta e matita o computer. L’animazione è materia che deve essere plasmata per darle vita, charme ed originalità, in altre parole per distinguersi dalle altre tipologie di animazione.

Il regista Nick Park che crea la magia dell’animazione tridimensionale a tutti gli effetti.

La decisione

La Aardman Animations dimostra in questi giorni di sapersi distinguere non solo dal punto di vista artistico, ma anche a livello aziendale riconoscendo che la natura indipendente dello studio può persistere nel tempo solo se diventa patrimonio dell'”artigiano”. E’ per questo che la maggioranza delle azioni della società saranno trasferite in un fondo intestato ai lavoratori.



Categories: Animazione, Home, News

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: