Leone d’Oro alla Carriera all’attrice inglese Vanessa Redgrave

La 75a edizione della Mostra dell’Arte Cinematografica di Venezia si è aperta ufficialmente alle 19:00 di ieri nella Sala Grande del Palazzo del Cinema davanti ad un pubblico di 1032 ospiti selezionati tra personalità e maestranze di alto livello.

Ogni anno la Biennale assegna due Leoni d’Oro alla Carriera, uno ad un regista e l’altro ad un attore o un’attrice. Dopo l’attrice Jane Fonda, che l’anno scorso ha ricevuto il premio assieme al collega Robert Redford, quest’anno è la volta dell’attrice inglese Vanessa Redgrave.  L’attrice, visibilmente commossa, ha ritirato il prestigioso riconoscimento dalle mani del Direttore della Mostra, Alberto Barbera.

Da sinistra, l’attrice inglese Vanessa Redgrave e il secondo marito l’attore italiano Franco Nero

La motivazione

Unanimemente considerata tra le migliori interpreti femminili del cinema moderno, la Redgrave è un’attrice sensibile e capace di infinite sfumature, interprete ideale di personaggi complessi e non di rado controversi. Dotata di naturale eleganza, innata forza di seduzione e di uno straordinario talento, è potuta passare con disinvoltura dal cinema d’autore europeo alle fastose produzioni hollywoodiane, dalle tavole del palcoscenico alle produzioni televisive, offrendo ogni volta risultati di assoluta eccellenza. Le sue apparizioni, distribuite in sessant’anni di attività, emanano autorevolezza e piena padronanza dei ruoli, generosità senza limiti ed estrema raffinatezza, qualità non disgiunte da una buona dose di audacia e combattività che costituiscono uno dei tratti più evidenti della sua personalità umana e artistica.

La reazione dell’attrice alla notizia

Sono sbalordita e straordinariamente felice di sapere che sarò premiata col Leone d’Oro alla Carriera dalla Mostra di Venezia. La scorsa estate stavo girando proprio a Venezia The Aspern Papers. Molti anni fa, [invece] ho girato La vacanza nelle paludi del Veneto. Il mio personaggio parlava solo in dialetto veneziano. Scommetto di essere l’unica attrice non italiana ad aver recitato un intero ruolo in dialetto veneziano! Grazie infinite, cara Mostra!”

Photocall per Vanessa Redgrave Leone d’Oro alla Carriera alla 75a edizione della Mostra del Cinema di Venezia. Credits: REUTERS/Tony Gentile

Cenni biografici

Un pedigree di grandi attori teatrali e cinematografici quello della famiglia Redgrave. E’ questo pervasivo amore per la recitazione che induce la giovane Vanessa, nata a Londra nel 1937, a calcare prima i palcoscenici dei più grandi teatri inglesi diretta dal regista Tom Richardson, poi diventato suo marito (deceduto nel 1961) e con il quale ha avuto due figlie, Natasha (tragicamente scomparsa nel 2009) e Joely, e poi i set cinematografici hollywoodiani. Nel 1966, riceve il Premio di Miglior Attrice a Cannes per il film Morgan matto da legare di Karel Reisz, che le vale anche la prima nomination all’Oscar. Nello stesso anno, è diretta dal regista italiano Michelangelo Antonioni in Blow-up. L’anno seguente incontra l’attore italiano Franco Nero (che le è sempre accanto, anche qui a Venezia) sul set di Camelot diretto da Joshua Logan. Nel 1994, recita in Casa Howard di James Ivory, che le vale la sesta e ultima (ad oggi) nomination all’Oscar. Sempre nel 1994, la Redgrave riceve la Coppa Volpi per Little Odessa di James Gray. Nel 2017, debutta alla regia con Sea Sorrow – Il dolore del male, un’indagine sul contesto storico europeo da cui emerge il dramma dei migranti.

Il secondo Leone d’Oro alla Carriera di questa edizione è stato assegnato al regista David Cronemberg, che lo riceverà giovedì 6 settembre nella stessa location.



Categories: Festival, Film, Mostra internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia, News

Tags: , , , , , , , , , ,

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: