Il tuo ex non muore mai: Recensione

Iniziare una relazione sentimentale dopo un colpo di fulmine vissuto in un locale e pure davanti ad juke box d’annata puntando un nichel sulla canzone più brutta di tutti i tempi puzza di fallimento. Disquisire sui maggiori insuccessi musicali non è lo scenario più verosimile per dare alla luce una storia d’amore. Sa di poco realistico e troppo romantico. Eppure a volte anche le situazioni più insolite portano le farfalle nello stomaco.

Trama

Il tuo ex non muore mai di Susanna Fogel, quasi al suo debutto alla regia, è una commedia demenziale principalmente ricca di azione, cazzotti, un sacco di armi e pallottole. Il film, un piccolo flop, gioca sulla relazione tra Audrey (Mila Kunis) e Drew (Justin Theroux, noto più per essere stato fino a pochi mesi fa il marito della più famosa attrice Jennifer Aniston che per il suo talento) vive una situazione di stallo dopo un anno d’amore. Drew è scomparso. Non la chiama, nonostante gli innumerevoli messaggi che lei gli invia. Audrey non sa darsi pace per il silenzio del suo amato. Non trova una spiegazione plausibile. Vittima di un rapimento lampo da parte della CIA e poi subito liberata, viene informata che Drew non è quello che dice di essere. Egli è una spia al loro soldo. La ragazza, confusa e già vittima di paure e di una bassa autostima, assieme alla sua stramba amica femminista Morgan (Kate McKinnon), deve collaborare con le autorità. Non ha scelta. Audrey e Morgan rimangono coinvolte in una operazione internazionale, che le porta fino in Europa. La frenesia delle avventure affrontate e il terrore per le pallottole da schivare cambieranno le loro vite per sempre.

Recensione

Lo sguardo spiritato e le buffe smorfie di Morgan sono l’unica fonte di intrattenimento nel film, che langue dal punto di vista narrativo. Morgan è un personaggio mai scontato. E’ una femminista convinta, che crede ben poco nell’amore per sempre. E’ lei a guidare l’azione nella pellicola, mentre la performance della Kunis non decolla mai.

Morgan (Kate McKinnon) e Audrey (Mila Kunis) da sinistra a destra.

Infatti, se Morgan è sempre sopra le righe con uno sguardo da probabile psicopatica per certi versi, Audrey, sciatta e slavata, spogliata dell’avvenenza della Kunis, incarna lo stereotipo della giovane sfortunata in amore, goffa e perennemente indecisa. La sua goffaggine esplode, quando spaventata a morte attraversa la strada a gambe levate senza preoccuparsi del traffico ed urlando ai quattro venti, “Ho ucciso un uomo! Ho ucciso un uomo!”, non certo il modo migliore per chiedere soccorso. Invece, Morgan, che agisce di impulso facendosi beffa e gioco delle paranoie dell’amica, è sempre sul pezzo. E’ sempre lei a prendere il toro per le corna, quando è necessario, e a dare fiducia all’amica per la quale non esita a farsi in quattro, anche se si tratta di sconfiggere una modella assassina che le bracca di città in città.

Il personaggio della McKinnon è talmente pervasivo da riuscire persino a mettere in ombra il cameo di Gillian Anderson (meglio nota per il ruolo di agente Dana Scully nella serie TV X-Files). La Anderson recita la parte del direttore della CIA, Wendy.  Morgan ha una venerazione per la donna, che sfiora lo stalking. Al loro primo incontro, Morgan la descrive così ad Audrey, “Porca vacca! Tu sei il capo e non hai sacrificato neanche una goccia di femminilità? Hai di fronte la Beyoncè dei servizi segreti!” Questa è una tra le tante battute che incapsulano il suo folle genio. L’unico neo è che la McKinnon sembra essere intrappolata in questo tipo di personaggio. Infatti, la stessa pazzia lucida si ritrova anche in Jillian Holtzmann, una delle scienziate che formano la squadra delle acchiappa fantasmi al femminile nel film Ghostbusters (Paul Feig, 2016). Anche in quel caso la McKinnon recita un ruolo comicamente inquietante.

Trailer originale

Scheda del film

Regista: Susanna Fogel

Cast: Mila Kunis, Kate McKinnonSam HeughanJustin TherouxGillian Anderson.

Genere: Azione/Commedia

Sceneggiatori: Susanna Fogel, David Iserson

Fotografia:

Montaggio: Jonathan Schwartz

Musica: Tyler Bates

Produttori: Imagine Entertainment, Lionsgate

Distribuzione: 01 Distribution, Leone Film Group

Paese: USA

Anno: 2018

Durata: 117 minuti

Data di uscita: 08/08/2018

Annunci
 


Categories: Film, News, Recensioni

Tags: , , , ,

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: